La Sardegna di Luigi Zampa

Nel 1965 il regista Luigi Zampa approdò in Sardegna per effettuare le riprese del film “Una questione d’onore”, con Ugo Tognazzi come interprete principale. Il film è ambientato in massima parte a Orosei e racconta di una travagliata storia d’amore tra Tognazzi (Efisio) e Nicoletta Rangoni Machiavelli (Domenicangela) che culmina con l’omicidio di quest’ultima, nel film moglie di Tognazzi, per un inesistente tradimento. Il film, come nella più tradizionale delle commedie all’italiana, alterna fantasia a realtà, facendo intravvedere scene di vita reale, quasi da documentario (la scena del matrimonio, con tutti i preparativi e le varie fasi del rito è riproposta con assoluta fedeltà), che si intrecciano con la storia interpretata dai protagonisti che, appare poco verosimile, anche per la Sardegna del 1965. Un omicidio per una questione d’onore, infatti, appare alquanto improbabile in Sardegna, e ancora di più a Orosei, popolo di quella Baronia da tutti conosciuta per l’indole tranquilla dei suoi abitanti. Di questo film ho avuto la fortuna di trovare in un mercatino una cartella dell’epoca destinata alla stampa. La cartella contiene dieci fogli dattiloscritti con articoli di Garozzo D’Eramo, che curava l’ufficio stampa della produzione, e nove foto in bianco/nero di Carlo Di Palma che del film curava la fotografia. Gli articoli esaltano l’impegno del regista Luigi Zampa, impegnato a cercare di dare un’immagine della Sardegna più veritiera possibile, tanto che si avvale del contributo di un esperto, il Preside della Scuola Media di Orosei, Presidente della Pro Loco, Dottor Guiso.        
E “l’esperto” offre la sua consulenza per la ripresa del matrimonio, effettuata al termine della Via Panoramica di Orosei, che corre lungo l’abitato del paese e termina a Santa Maria e Mare, “presso una vecchia chiesa in rovina che affaccia sulla vasta valle del Cedrino e sul golfo”, e che, oltre agli attori, ha coinvolto sessanta comparse, uomini, donne, vecchi e bambini, tutte in costume.
Una delle foto ritrae proprio Tognazzi col costume mentre cerca di tenere in equilibrio la “berritta”.
Un film che, comunque, nonostante gli sforzi, non riesce a dare un’immagine veritiera dell’isola. A tale proposito rimane valido il giudizio del Morandini quando parla di “concessioni al macchiettisimo, ricco di colore locale con scivolate nel facile folclore sardo”.
E proprio per questi aspetti “macchietistici” che ridicolizzavano la Sardegna, il film fu aspramente criticato, tanto che fu vittima di vari sequestri per opera di magistrati assai sensibili all’onore sardo. 

Ecco le foto con le relative didascalie

Efisio (Ugo Tognazzi) con sua madre (Tecla Scarano) nella scena del. film in cui il giovane parla alla donna del suo assoluto bisogno di sposarsi.

 

Ugo Tognazzi come banditore nel film UNA QUESTIONE D’ONORE. Il banditore è uno dei mille mestieri che Efisio fa per sbarcare il lunario.

 

Ugo Tognazzi si aggiusta in capo la tipica berritta sarda prima di girare una scena dì UNA QUESTIONE D’ONORE.

 

 

Un “si gira” di UNA QUESTIONE D’ONORE: Ugo Tognazzi nelle vesti di Efisio mentre proclama un bando.

 

Un altro dei mestieri di Efisio: facchino. Qui porta del sughero e incontra sulla piazza del paese (che è Orosei) Domenicangela appena uscita di prigione (Nicoletta Rangoni Machiavelli). Il rotolo di sughero sembra ma non è leggero, e Tognazzi ha girato questa scena con 39° all’ombra.

Un altro incontro di Efisio (Ugo Tognazzi) e Domenicangela (Nicoletta Rangoni Machiavelli) sul Sopramonte di Oliena, a 1450 metri sul mare in una zona mai percorsa da mezzi meccanici, necessari a trasportarvi le attrezzature tecniche di UNA QUESTIONE D’ONORE

Un primo piano di Nicoletta Rangoni Machiavelli come Domenicangela in UNA QUESTIONE D’ONORE.

 

 

Il regista Luigi Zampa istruisce per una scena di UNA QUESTIONE D’ONORE un mamuthones, ossia un uomo mascherato che balla per le strade di Mamoiada durante il carnevale.

 Tognazzi e Bernard. Blier osservano divertiti la capretta che Ugo Tognazzi ha comperato per suo figlio Ricki.

Advertisements

5 risposte a “La Sardegna di Luigi Zampa

  1. Caru frade, sempre belle scoperte in quest’angolino
    io ho conservato per anni bellissime cartelle stampa di film e serie tv,
    col lavoro che faccio capitava spesso, capitava perchè internet ha affondato anche questa maniera di comunicare e promuovere.
    Intanmto le foto erano sempre vere stampe mai retinate , per rendere migliore la pubblicazione, e poi erano continue invenzioni
    per esempio le “pizze” di latta delle pellicole con dentro le varire cose della disney, una vera katana giapponese (un sepoku per l’esattezza) per dei film di samurai e (addirittura) la classica valigetta piena di banconote da 100 dollari per non mi ricordo cosa, tutte cose con cui i miei bambini hanno giocato che io ho tentato di riutilizzare ma che si sono irrimediabilmente perse
    salude e trigu ciao

    • Ciao Paolo. Internet, come tutte le cose, ha i suoi pregi e i suoi difetti. Permette, ad esempio, a me e a te di scambiarci opinioni su cartelle cinematografiche che non ci sono più e, nonostante non ci si veda da trent’anni, ci accomuna in un “caru frade” che è appagante per tante cose.
      Unu saludu e trigu meda peri dae noche.

  2. Franco Cabras

    Anche la penultima foto è stata scattata a Orosei, in Piazza del Popolo, accanto alla parete con tre croci della chiesa della Madonna del Rosario.
    Quando è stata girata la scena io ero presente.

    • Caro Franco, grazie per l’attenzione dedicata al mio blog. Quell’angolo di piazza di Orosei mi ha sempre affascinato, tanto che ho scattato alcune foto anche quest’estate (Una la puoi vedere nella sezione delle mie foto). Un caro saluto a te e alla tua bella terra di Baronia

  3. Franco Cabras

    Caro Angelo,
    fammi avere il tuo indirizzo mail, in modo che possa inviarti qualche mio raccontino.
    Saluti.
    Franco Cabras

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...